Salta al Contenuto
edizione 2015 25, 26, 27 Marzo Università Bocconi - Milano
 
Piero Fassino

Piero Fassino

Presidente

ANCI

LEGGI LA BIOGRAFIA

Le conferenze in cui è presente:

27marzo
Conferenza per professionisti certificati

Auditorium | Ore 14:30 - 17:00

FINANZA E SVILUPPO, L'IMPACT INVESTING AL SERVIZIO DELL'ECONOMIA REALE - conferenza di chiusura

risparmio ed economia reale

Conferenza dedicata a:

Operatori del settore
agenda e
materiali
Per poterti iscrivere alle conferenze del Salone devi essere registrato e aver completato lo Step2 nella tua area riservata

Vai al login

Biografia

Piero Fassino è nato il 7 ottobre 1949 ad Avigliana, in Val di Susa. Pochi mesi dopo, insieme alla famiglia, si trasferisce a Torino, dove si laurea in Scienze Politiche. Si è avvicinato alla politica nel 1968 e nel 1975 è stato eletto nel Consiglio Comunale e nel 1980 in quello Provinciale. Nel 1987 è stato chiamato da Achille Occhetto a guidare l’organizzazione del PCI nel cruciale passaggio di fondazione del Partito Democratico della Sinistra (PDS): un impegno, questo, proseguito nel 1991 divenendo Segretario internazionale e guidando l’ingresso del PDS nell’Internazionale Socialista. Eletto, per la prima volta, alla Camera dei Deputati nel 1994, dove è stato poi riconfermato nel 1996, nel 2001, nel 2006 e nel 2008. Nel 1996 viene chiamato alla sua prima esperienza di Governo: Sottosegretario agli Esteri nel Governo Prodi, Ministro del Commercio Estero nel Governo D’Alema e Ministro della Giustizia nel Governo Amato. Da sempre convinto che la forza di un’idea politica cominci dalle Città e dai territori, proprio per questo nel 2001 ha assunto, in una fase particolarmente difficile per tutto il centrosinistra italiano, la guida dei Democratici di Sinistra, ricostruendo l’Ulivo e portandolo alla vittoria in tutte le elezioni amministrative, regionali, europee e politiche del quinquennio 2002 – 2006. In quegli anni la nuova sfida del riformismo italiano si chiamava Partito Democratico: un percorso culturale e politico al quale ha dedicato tutto il suo impegno diventandone, nel 2007, cofondatore. il 27 febbraio 2011 ha vinto le primarie del centrosinistra di Torino, con il 55,28% dei voti su 53.185 votanti e il 16 maggio di quello stesso anno ha vinto le lezioni amministrative, con il 56,66% dei voti (un totale di 255.242), è stato eletto sindaco di Torino al primo turno, insediandosi il 30 maggio. Il 6 luglio 2011, al termine dei passaggi istituzionali per l'avvio della Consiliatura, ha consegnato al Presidente Fini le sue dimissioni dalla Camera dei Deputati.